domenica, 19 Settembre 2021
HomeRUBRICHEAssociazioni per i diritti dei cittadiniCome mai il costo della benzina in Italia non cala nonostante il...

Come mai il costo della benzina in Italia non cala nonostante il petrolio sia sceso ai minimi storici?

Una estorsione legalizzata: come mai il costo della benzina non cala nonostante il petrolio sia sceso ai minimi storici? Prossimamente aspettiamoci una nuova accise sui carburanti: Finanziamento Emergenza Coronavirus 2020 di Claudio Martinotti Doria  

Come avrete sicuramente saputo il prezzo del barile di petrolio è tracollato nei giorni scorsi fino a divenire per qualche tempo addirittura negativo, cioè pagavano per portarlo via, questo perché ogni luogo dove stoccarlo era ormai saturo e la produzione necessariamente continuava e non sapevano dove depositarlo, essendo calata enormemente la domanda. Poi è tornato a salire ma oscillando attorno ai 20-30 dollari al barile, meno della metà rispetto a qualche mese fa.

Ma in Italia il prezzo della benzina non è variato di molto, pochi centesimi in meno al litro. Il motivo lo dovrebbero sapere tutti, ma non tutti sanno che la pressione fiscale non è giustificata in alcun modo, anzi si tratta di una frode o estorsione legalizzata ai danni della popolazione, che paga impropriamente delle accise che dovevano essere temporanee e in seguito eliminate.

Eccovi l’elenco preciso di quello che stiamo pagando ogni volta che facciamo rifornimento:

  • Finanziamento per la guerra d’Etiopia (1935-1936)
  • Finanziamento per la crisi di Suez (1956)
  • Ricostruzione dopo il disastro del Vajont (1963)
  • Ricostruzione dopo l’alluvione di Firenze (1966)
  • Ricostruzione dopo il terremoto del Belice (1968)
  • Ricostruzione dopo il terremoto del Friuli (1976)
  • Ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia (1980)
  • Finanziamento per la guerra del Libano (1983)
  • Finanziamento per la missione in Bosnia (1996)
  • Rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri (2004)
  • Acquisto di autobus ecologici (2005)
  • Terremoto dell’Aquila (2009)
  • Finanziamento alla cultura (2011)
  • Emergenza immigrati dopo la crisi libica (2011)
  • Alluvione in Liguria e Toscana (2011)
  • Decreto “Salva Italia” (2011)
  • Terremoto in Emilia (2012)
  • Finanziamento del “Bonus gestori” (2014)
  • Finanziamento del “Decreto fare” (2014)

Prossimamente aspettiamoci una nuova accise sui carburanti: Finanziamento Emergenza “coronavirus” (2020)

Anche questa ovviamente diverrà permanente … e tenete conto che paghiamo l’IVA sulle accise, cioè una tassa sulle tasse …

Se non ci fossero tutte queste accise la benzina costerebbe poco più di mezzo euro al litro.

Ogni commento è superfluo …

Già pubblicato sul sito dell’Accademia Nuova Italia il 01 Maggio 2020

Foto dall’archivio de “Il Corriere delle Regioni”

Del 15 Settembre 2020

Most Popular

Recent Comments