lunedì, 20 Settembre 2021
HomeNORD-ESTL'Ue propone di ridurre la pesca nel Mediterraneo

L’Ue propone di ridurre la pesca nel Mediterraneo

L’Ue propone di ridurre la pesca nel Mediterraneo, la Lega lancia l’allarme

Non c’é pace per il settore della pesca italiana. Da Bruxelles la Commissione Europea starebbe proponendo una riduzione del 15% dello sforzo di pesca nel Mediterraneo occidentale. Questo comporterebbe per l’Italia la riduzione di quasi il 20% dello stock del pescato da fondale: scampi, gamberi, triglie ed altre specie la cui pesca viene praticata da centinaia di imbarcazioni, rischia di diventare economicamente insostenibile. Con meno di 170 giornate di pesca annuali i costi rischierebbero di superare i ricavi e molti pescatori sarebbero costretti a chiudere l’attivitá. Ne dá notizia l’Eurodeputato Marco Dreosto, particolarmente sensibile alle problematiche del settore primario. “Il Governo italiano continua a farsi scivolare addosso i problemi del comparto ittico. A differenza di Francia e Spagna, che si sono fatte immediatamente sentire, l’Italia oggi tace, seppur ieri, si sia dimostrata subito pronta a tutelare gli interessi degli armatori, respingendo la nostra proposta ripartizione delle quote di tonno rosso a favore della piccola pesca.” La Lega é pronta a dare battaglia, e annuncia di presentare una doppia interrogazione alla Commissione Europea e al Ministero delle Politiche Agricole.

Dario Buscema – Accredited Parliamentary Assistant of Mep Marco Dreosto – European Parliament   Vedi il sito Ue: https://marcodreosto.it/marco-dreosto/

Del 08 Dicembre 2020

Most Popular

Recent Comments