martedì, 15 Giugno 2021
HomeUEGorizia e Nova Gorica saranno Capitale Europea della Cultura 2025

Gorizia e Nova Gorica saranno Capitale Europea della Cultura 2025

Gorizia – Nova Gorica e Gorizia saranno Capitale Europea della Cultura 2025. L’annuncio del Comitato sloveno è avvenuto nel pomeriggio di venerdì 17 ottobre. La notizia è stata accolta con acclamazioni ed applausi in piazza della Transalpina, dove si sono radunati gli abitanti delle due città di confine accanto ai due sindaci Rodolfo Ziberna e Klemen Miklavič.

La capitale europea della cultura è una città designata dall’Unione europea, che per il periodo di un anno ha la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo sviluppo culturale. Diverse città europee hanno sfruttato questo periodo per ravvivare il proprio panorama culturale e, facendo ciò, rilanciare la loro visibilità internazionale (fonte: Wikipedia, ndr).

Il progetto fa capo al settore “Creative Europe” dell’Unione Europea. L’obiettivo dell’iniziativa è tutelare la ricchezza e la diversità della cultura europea, valorizzare le caratteristiche comuni ai popoli e sviluppare un sistema che possa generare un importante indotto economico.

Assieme a Nova Gorica e Gorizia, per il 2025 la seconda città designata è Chemnitz, città tedesca situata quasi al confine con la Repubblica Ceca che ha subito gravissimi danni durante la Seconda guerra mondiale.

Le dichiarazioni degli amministratori
“Oggi non hanno vinto due città, oggi ha vinto l’Europa”: così il sindaco di Gorizia Ziberna ha annunciato, in inglese, la vittoria di Gorizia-Nova Gorica.

Il governatore della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha così commentato: “È un trionfo meritato che riempie di soddisfazione non solo le città di Gorizia e Nova Gorica, nuovamente unite in questo obiettivo comune, ma l’intero Friuli Venezia Giulia che non mancherà di trarre beneficio e crescita da questa opportunità anche con il supporto dell’Amministrazione regionale”.

L’annuncio è stato accolto con entusiasmo anche dall’assessore regionale alla Cultura e sport, Tiziana Gibelli, che ha subito dichiarato che “questo è il primo tassello del puzzle che va a posto, ora rafforzeremo anche il lavoro per il riconoscimento del Collio-Brda patrimonio Unesco”.

“Una candidatura transfrontaliera, nata e sviluppata insieme dalle due città in un’ottica di collaborazione e di vera e propria amicizia, che mette la parola fine alle dolorose divisioni del passato e che rappresenta un’importante opportunità culturale e turistica per l’intero territorio regionale” ha aggiunto Gibelli.

“La Regione Friuli Venezia Giulia – ha rilevato l’assessore – ha creduto fin dal primo momento in questa candidatura e l’ha fortemente sostenuta: è una candidatura che parte da Piazza Transalpina, caratterizzata dallo sviluppo transfrontaliero di idee e progetti e che ha visto grande impegno e dedizione da parte delle Amministrazioni comunali di Nova Gorica e Gorizia. In questo momento di festa, colgo l’occasione per ringraziare il sindaco Rodolfo Ziberna e il sindaco Klemen Miklavic che in questi anni hanno lavorato sodo per far vedere a tutti quali possono essere le potenzialità di un territorio unico nel suo genere, capace di unire e di rappresentare, quindi, il vero spirito dell’Europa unita, dell’Europa dei popoli”.

“Ora – ha concluso Gibelli – inizia il lavoro di programmazione che sicuramente porterà la nostra regione al centro delle proposte culturali europee. Un’opportunità che possiamo e dobbiamo cogliere per sviluppare ancora di più il turismo culturale che è parte integrante dell’economia”.

Del 19 Dicembre 2020

Most Popular

Recent Comments