sabato, 6 Marzo 2021
Home SPORT Alpinismo Viaggi a km zero: un’escursione di trekking sulle Dolomiti

Viaggi a km zero: un’escursione di trekking sulle Dolomiti

Con la tendenza attuale del turismo è ormai di gran moda parlare di viaggi a km zero, ovvero senza spostarsi troppo dalla propria zona di residenza. Se il tutto si unisce ad alcune tipologie di viaggio che vanno per la maggiore, come nel caso del trekking, l’identikit che si ottiene richiama direttamente specifiche zone di Italia.

Parliamo delle Dolomiti, una meraviglia che tutto il mondo ci invida: una varietà di gruppi montuosi che si snodano quasi del tutto tra le regioni del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, anche nella provincia di Pordenone.

Ritenuto patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco, le Dolomiti hanno colori e conformazioni inconfondibili, tonalità che con il calar del sole si accendono di un rosso fuoco che va poi a sbiadire nella notte regalando un effetto scenico incorniciato in molte cartoline. Ideali per una vacanza benessere e relax, sono perfette ovviamente anche per chi ama lo sci e per tutti gli appassionati di trekking.

Trekking sulle Dolomiti

Sono diverse le soluzioni per chi è alla ricerca di una vacanza di questo genere; tanti percorsi che si snodano nel cuore di queste alture che offrono alcune delle cime più note a livello nazionale. Un must per gli appassionati del trekking è l’Alta via 1 Dolomiti. Un percorso che si snoda su circa 125 km ad oltre 7mila metri di dislivello in salita.

L’Alta via Dolomiti 1 percorre il cuore di queste montagne da nord al sud portando il visitatore ad entrare in contatto con una varietà enorme di ambienti. Uno spettacolo naturalistico ed anche paesaggistico. Tra questi ambienti da ricordare la Val Pusteria con la sua forte matrice tirolese a caratterizzarla; ed ancora la Val Badia, una valle trasversale alla Val Pusteria con una ricchezza floristica e faunistica incredibile; e tutta la zona dell’Ampezzano, una valle dolomitica percorsa da molti fiumi e torrenti.

Vantaggi e benefici del trekking

Attraversare a piedi un territorio di questo genere, immersi nella natura ed a stretto contatto con tanti luoghi meravigliosi è un’esperienza da fare almeno una volta nella propria vita. L’essenza del trekking è proprio quella di prendersi i propri tempi, camminare a passo sostenuto tra luoghi incantati che nella vita di tutti i giorni sfuggono (e che forse, in alcuni casi, non è neanche possibile immaginare che esistano).

Il trekking in sé poi è una tipologia di attività che implica notevoli benefici; tanto a livello fisico (si parla soprattutto di apparato cardio circolatorio) e di fitness (ideale per mantenersi in forma) quanto a livello di benessere mentale. I perché sono evidenti e non c’è bisogno si soffermarsi sui vantaggi di una camminata tra luoghi di questo genere.

Fare trekking tra le Dolomiti lungo i 125 km dell’Alta via 1 significa attraversare a piedi alcune delle montagne più famose a livello globale. Una camminata a contatto con luoghi incontaminati per scoprire, con ogni passo, il fascino ed i segreti di quelle cime andando a pernottare in caratteristici rifugi oltre i 2mila metri di altezza. Trekking itinerante che percorre da nord a sud un sentiero tra strade di montagna più o meno ripide, mulattiere e tratti più o meno aspri e selvaggi, ma non per questo meno densi di fascino.

In autonomia o accompagnati?

Ci sono due modi per percorrere l’alta via n 1 in Dolomiti: In autonomia o accompagnati da una guida. Se si vuole percorrere in autonomia, oltre che ad avere buone esperienze escursionistiche bisogna pensare anche a tutti gli aspetti logistici come le prenotazioni dei rifugi a fine tappa, questo se si vuole dormire in rifugio.

Le prenotazioni devono essere effettuate con un certo anticipo perché l’Alta via 1 Delle Dolomiti è uno dei percorsi trekking più gettonati in Europa. Dormendo in rifugio, si evita di pensare anche alle provviste e si potranno assaporare ottime cene e colazioni.
Se invece ci si vuole godere a pieno l’esperienza “pura” di camminare su questi incredibili sentieri, è possibile affidarsi ad una guida o ad organizzazioni che hanno come scopo la conduzione di viaggi trekking di gruppo. A questo riguardo ci sono numerose realtà che operano in tale settore: una di queste è Trekkilandia (www.trekkilandia.it), una rete di guide che organizza viaggi a piedi in Italia e nel Mondo. Una delle loro guide è specializzata nelle Dolomiti dove accompagna gruppi da più di 10 anni. Anche quest’anno, se le condizioni lo permetteranno, Trekkilandia organizza più di un viaggio sull’Alta Via numero 1.

Vedi anche: https://www.pordenoneoggi.it/

Foto: Pordenoneoggi

Del 10 Gennaio 2021

Most Popular

Recent Comments