mercoledì, 20 Ottobre 2021
HomeSCIENZAI nuovi barbari di Stefano Montanari

I nuovi barbari di Stefano Montanari

Ho passato poco più di una settimana in Francia dove, da anni, stiamo ricercando su di un argomento che oggi, in piena follia pandemico-vaccinale, ha perso ogni interesse popolare, se mai l’ha avuto. Si tratta dell’inquinamento dell’atmosfera presente negli aerei e di tutte le conseguenze, a volte irreparabili, che ne derivano. In Italia quella ricerca è, di fatto, impossibile, e questo per ragioni fondamentalmente legate all’italianissimo “mi faccio i fatti miei” e all’altrettanto italiano, al di là della grammatica, “io speriamo che me la cavo.” Dell’argomento parlo anche sul libro appena uscito Advances in Nanopathology from Vaccines to Food, libro che certo non rientrerà tra le letture dei nostri “scienziati.”

Nei pochi giorni che ho trascorso all’estero ho cercato di disintossicarmi dall’italianità, ma qualcosa mi è comunque arrivato.

Qualche esempio: il tale Burioni Roberto, non pervenuto alla scienza ma star scientifica della tibbù, si è esibito di nuovo: Gianni Rivera ed Enrico Montesano finiranno in ospedale ad ottobre. La notizia l’ho avuta dal giornalino chiamato La Stampa (https://www.lastampa.it/cronaca/2021/06/23/news/burioni-contro-i-sanitari-no-vax-facciano-un-altro-mestiere-poi-attacca-montesano-e-rivera-a-ottobre-saranno-in-ospedale-1.40421881) e me l’ha passata Enrico Montesano stesso, giustamente terrorizzato non solo dalla profezia burionica iettatoria ma dalla prospettiva di trovarsi letto a letto, lui laziale doc, con il milanista Rivera.

Altra notizia che ha varcato le Alpi: tale Bassetti Matteo da Genova, autoincoronato sex symbol e faro di luce in campo medico, ha sentenziato: “Il lockdown per i non vaccinati!” Chi siano i “vaccinati” non è dato sapere, non esistendo alcun vaccino rivolto al cosiddetto Covid19 (varianti, sottospecie e progenie spuria incluse). In base a che un essere umano alfabetizzato, seppure sex symbol e seppure con il permesso della Costituzione, partorisca un’enormità simile è pure argomento di possibile indagine psicologica. Ma il problema non sta qui. Il problema sta nel fatto che qualche cattivaccio ha fatto tanta paura al povero Bassetti Matteo (https://www.ilmessaggero.it/persone/bassetti_lockdown_non_vaccinati_minacce_auto_scorta_cosa_succede_ultima_ora_5_luglio_2021-6063013.html). E se lo facessimo proteggere da un battaglione degli alpini? Dopotutto con gli alpini…

Un tempo avrei cercato un confronto personale con personaggi di quel calibro. Oggi so che farlo è tempo perso. Se da una parte quelli continuerebbero a guardarsi con cura da ogni possibilità di dibattito secondo le regole della scienza, regole che forse conoscono, altrimenti non ne sarebbero così atterriti, dall’altra penso che non sarebbe comunque possibile nessun tipo di dialogo, per conflittuale che sia, con chi ha quel grado di cultura e d’intelligenza.

Da ultimo, mentre ero lontano dalla Patria, un amico mi ha mandato un video in cui tre ragazzotte si mostravano mascherate e sostenevano che quei bavagli li avrebbero portati sempre e comunque. Qualche decennio fa io passai alcune settimane nei paesi arabi e confesso di aver provato un misto di rabbia e pena per le donne indigene infagottate. Rabbia che montava ancor di più quando mi si parlava dell’infibulazione. Ciò che non avevo capito era che la stragrande maggioranza di quegli esseri umani non solo accettava ma pretendeva ciò che a noi occidentali pare una barbarie. E ci pare una barbarie solo perché non abbiamo capito come sia costruito l’animo umano, come sia facile modellarlo disponendo dei mezzi ad hoc, come le nostre convinzioni abbiano un valore limitato ad una cerchia sociale se non, addirittura, ad una singola persona. Insomma, quelle tre ragazze sono semplicemente rappresentanti di una delle tante sottospecie di Homo sapiens che possono indurre qualunque reazione, dal ribrezzo alla commiserazione, fino all’essere sostenitori del loro comportamento.

Ora non posso che proporre ciò che la dignità umana, oltre che la Costituzione, ci garantisce: libertà per ognuno. Lasciamo che i Burioni, i Bassetti, le ragazzotte e chiunque altro si esibiscano come più loro aggrada. L’importante è che la libera scelta resti intatta.

Vedi anche:  https://www.freehealthacademy.com/

Del 07 Luglio 2021

Most Popular

Recent Comments