mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeCONTROINFORMAZIONEContro-Cultura e Futuro distopicoL'uomo moderno è un prototipo geneticamente modificato di Betty Scapolan

L’uomo moderno è un prototipo geneticamente modificato di Betty Scapolan

Nella attuale fase evolutiva, l’uomo ha perduto la sua identità storica, le sue origini, la sua razionalità, la sua vera personalità e ha iniziato il processo di adattamento per interagire e sopravvivere nel nuovo mondo. Il passaggio è coinciso con la consapevolezza di aver cancellato irreparabilmente ogni contatto umano. I sentimenti, le emozioni, gli stati d’animo sono stati soppressi definitivamente. L’uomo che si accinge al risveglio nella imminente Era è un personaggio subdolo, ipocrita, calcolatore, maleducato, privo di carattere, fragile. Costui ha una doppia personalità che manifesta apertamente in momenti di rabbia divenendo, allo stesso tempo, feroce ed aggressivo mentre è sprovvisto di generosità, di cortesia, di sensibilità. Le questioni di cuore non lo toccano più, proprio perché questo organo è scomparso dal suo bagaglio affettivo. Ora, in dote, ha ricevuto un cervello innovativo, maggiormente meccanico con funzioni integrate. Una scatola cranica assai ridotta, dove al suo interno è installata una misera banca dati con capacità parziali, al fine che non serva più soffermarsi a pensare, poiché tutto viene scremato alla fonte. 

Il nuovo piccolo uomo è un semi-analfabeta con almeno due lauree, ottenute frequentando corsi online. La sua attività quotidiana consiste in un labirinto interconnesso costantemente con piattaforme che reindirizzano ad internet ed ai social, seduto o disteso comodamente tra le mura domestiche, mentre in tv scorre qualche film di fantascienza. La vecchia vita lo avrebbe costretto ad uscire di casa per raggiungere un amico al bar, tra una stretta di mani ed un aperitivo conviviale, tra una chiacchiera e l’altra si sarebbe fermato probabilmente anche a cena. Adesso invece si sente realizzato. E’ tranquillo nel suo ambiente casalingo e può concedersi il lusso di intrattenersi con tanti amici, direttamente utilizzando le applicazioni che scarica quotidianamente. Semplicemente con un clic, innumerevoli portali offrono infinità di scelta per videochiamate in alta definizione. E non solo: attualmente Facebook ha aggiunto Portal Go Messenger Rooms, le camere virtuali dove organizzare compleanni, feste in musica, balli, divertimento ed invitare a partecipare fino a 300 persone. 

Il meta-umano però, essendo diventato ormai un giocattolo privo di sostanza ed intelletto e facilmente manipolabile, si ritrova con una più limitata carica energetica, al pari di una batteria sempre scarica. Nella passata generazione si sarebbe potuto riprendere in minor tempo, favorito anche dai raggi solari che immettono calore; ora, invece, pallido ed emaciato si ciba di integratori alimentari per sopperire alle gravi carenze di vitamine e proteine ed il cibo spazzatura è l’unico alimento che conosce; mentre la mancanza di vitamina D, B12 e calcio, lo costringono spesso a letto malato.

La nanotecnologia si è evoluta anche troppo in fretta, non solo adottando microchip preinstallati nel corpo umano, ma anche adoperandosi per la creazione di nuovi esseri che tecnicamente dovranno sostituire la vecchia razza umana.

Il 21 febbraio 2011, il Time Magazine, la rivista di notizie settimanali più diffusa dopo il People nel mondo, ha pubblicato una copertina che dovrebbe far riflettere dove ha affermato che il 2045 sarà l’anno in cui l’uomo diventa immortale.

Solo coincidenze con quanto sta accadendo?

Oppure era già tutto programmato!

Niente avviene per caso, soprattutto considerando chi tira le redini del patriarcato globale.

Foto dall’archivio de “Il Corriere delle Regioni”

Del 01 Novembre 2021

Most Popular

Recent Comments